Aree tematiche Accedi

News

News 23 Giugno 2022

Si amplia l’area esercitazioni

Da oggi disponibili gratuitamente nuovi strumenti di simulazione ed esercitazione.   Crescono le opportunità...

Version:
  • it
  • en

STRUTTURA E ARGOMENTI DEL TEST SPS

Struttura del TEST SPS  

 Il TEST SPS (Test di Scienze politiche e sociali) è composto da 40 quesiti con cinque opzioni di risposta, di cui solo una opzione corretta, articolati in tre sezioni: 

SEZIONI NUMERO DI QUESITI TEMPO A DISPOSIZIONE
Comprensione del testo  (2 brani di comprensione con 5 quesiti associati a ciascun brano)  10 30 minuti
Conoscenze acquisite  15 30 minuti
Logica, ragionamento e linguaggio matematico  15 30 minuti
TOTALE 40 90 minuti

A ogni prova è aggiunta una sezione per la valutazione della conoscenza della lingua inglese composta da 30 quesiti ai quali rispondere in 15 minuti. 

 Valutazione del TEST SPS 

Il test viene valutato per un massimo di 40 punti, tenendo conto dei seguenti criteri: 

  • 1 punto per ogni risposta esatta 
  • 0 punti per ogni risposta non data
  • -0.25 punti per ogni risposta errata 

 Per la prova della conoscenza della Lingua Inglese non è prevista alcuna penalizzazione per le risposte sbagliate ed il punteggio è determinato dall’assegnazione di 1 punto per le risposte esatte e da 0 punti per le risposte sbagliate o non date. 

 

 Argomenti del TEST SPS 

 Comprensione del testo 

Le domande di questa sezione sono volte a verificare la padronanza della lingua italiana con particolare attenzione alla comprensione del testo, sia nel suo complesso, sia nei vari passaggi logici che lo connotano. 

I testi saranno di due tipi: saggistico e giornalistico. 

I testi del primo tipo sono scelti da volumi o riviste scientifiche pubblicati a partire dalla seconda metà del Novecento. 

I testi del secondo tipo riguardano temi di attualità tratti da quotidiani o periodici editi nell’ultimo decennio. 

I quesiti posti permetteranno di saggiare, oltre al possesso di un vocabolario adeguato a un corso di studi in scienze politiche e sociali, anche le capacità deduttive e di astrazione, l’attitudine a cogliere le relazioni formali e semantiche tra le parti che compongono il testo, nonché la capacità di orientarsi correttamente nello spazio e nel tempo. 

 Conoscenze acquisite 

I candidati dovranno dimostrare capacità di orientamento nel tempo e nello spazio, nonché adeguata conoscenza dei grandi temi oggetto di discussione nella società contemporanea. 

Le domande saranno volte a verificare le capacità di ragionamento dei candidati, sulla base del patrimonio culturale acquisito nei percorsi di studio della scuola secondaria e delle nozioni apprese autonomamente nell’ambito del proprio contesto sociale di riferimento. 

La verifica riguarderà tre diverse tipologie di conoscenze, relativamente ai seguenti ambiti: 

  1. Storico-geografico, con particolare attenzione alla comprensione generale dei più importanti processi storici e alla consapevolezza delle principali caratteristiche geografiche, economiche e sociali dei contesti italiano, europeo e mondiale; 
  2. Civico-istituzionale, al fine di valutare l’apprendimento degli elementi fondamentali delle istituzioni pubbliche italiane ed europee e la capacità di orientarsi nelle soluzioni proposte riguardo ai problemi del vivere insieme; 
  3. Attualità e grandi fenomeni sociali e politici, poiché ci si aspetta che chi desidera approfondire gli studi nell’ambito delle scienze politiche e sociali ne abbia una conoscenza di base. 

 Logica, ragionamento e linguaggio matematico 

La sezione prevede 15 quesiti che riguardano tre ambiti: ragionamento logico-deduttivo; linguaggio matematico elementare; lettura di grafici/tabelle ed elementi statistici. Le domande sono volte a saggiare la capacità di ragionamento logico-deduttivo e di usare il linguaggio matematico, in particolare per comprendere testi e risolvere problemi che si possono presentare nello studio delle discipline politico-sociali e nella vita quotidiana. 

Le conoscenze e le competenze richieste per rispondere ai quesiti di questa sezione sono comprese fra gli obiettivi di apprendimento previsti per le scuole secondarie di primo grado e per tutti i bienni delle scuole secondarie di secondo grado. Di tali conoscenze e competenze occorre peraltro una solida padronanza, quale si presume sia raggiunta al termine della scuola secondaria superiore. 

Le competenze di ragionamento logico-deduttivo riguardano la comprensione delle connessioni e delle implicazioni logiche tra le informazioni disponibili, nonché la capacità di fare deduzioni logiche. 

Le competenze relative al linguaggio matematico elementare riguardano il calcolo con numeri interi, numeri decimali e frazioni, l’uso delle coordinate cartesiane, la modellizzazione algebrica elementare, la risoluzione di equazioni, il calcolo delle probabilità. 

Le competenze relative alla lettura di grafici/tabelle riguardano la capacità di estrarre informazioni da un testo non continuo, che contiene tabelle, grafici o formule, collegandole fra loro mediante ragionamenti e rappresentazioni schematiche. 

 Elenco analitico delle conoscenze e competenze che sono richieste per rispondere ai quesiti. 

      1. Ragionamento logico-deduttivo 
        • Comprendere l’uso di parole del linguaggio comune che hanno funzioni di connettivi logici o di quantificatori
        • Stabilire se da certe premesse conseguono o no certe altre affermazioni 
        • Ricavare informazioni immediate da brevi testi, anche non continui, che richiedono un uso preciso del linguaggio e attenzione ai riferimenti interni al testo e alla sua struttura logica. 
      2. Linguaggio matematico elementare
        • Calcolo, a mente e con supporto cartaceo, di somme, differenze, prodotti, divisioni tra numeri interi, numeri decimali e frazioni. 
        • Uso del linguaggio delle coordinate per l’individuazione di punti e sottoinsiemi nel piano. Tracciamento e lettura del grafico di una funzione.
        • Tradurre una relazione espressa a parole in una equazione (modellizzazione algebrica). 
        • Trasformare equazioni e sistemi in altre equivalenti e più semplici da risolvere. 
        • Riconoscere la rappresentazione grafica di equazioni. 
        • Modellizzazione algebrica della variazione percentuale. 
        • Calcolo della probabilità di un evento in situazioni molto semplici. 
      3. Lettura di grafici/tabelle ed elementi statistici
        • Leggere dati qualitativi su tabelle a una o due entrate e grafici di vario tipo. 
        • Comprendere la descrizione di un certo insieme di oggetti o di un sistema di relazioni, utilizzando le informazioni che si trovano in un testo che contiene tabelle, grafici o formule, facendo ragionamenti e aiutandosi con opportune rappresentazioni schematiche.

 

Sezione di Lingua Inglese 

In funzione del risultato ottenuto nella prova, la griglia sottostante fornisce le indicazioni sul livello di preparazione iniziale e sulle azioni conseguenti. 

PUNTI  CORSO DI INGLESE CONSIGLIATO 
≤ 6  Far seguire un corso d’inglese a livello principiante (A1*) 
7 – 16  Far seguire un corso d’inglese di primo livello (A2*) 
17 – 23  Far seguire un corso d’inglese di livello intermedio (B1*) 
24 – 30  Far sostenere l’esame d’inglese di livello B1* senza necessità di seguire un corso