CONVEGNO “ORIENTAMENTO E ACCESSO ALL’UNIVERSITÀ” Leggi Leggi
Apri il menù di sezione
altri test Accedi

News

Rassegna stampa 19 aprile 2019

MOOC-TOLC: il futuro della formazione

Vi proponiamo la lettura dell’articolo pubblicato su F2 Magazine dell’Università di Napoli Federico II in occasione della...

News 16 aprile 2019

Area Esercitazioni

Sono disponibili le esercitazioni delle aree tematiche di Agraria, Economia, Ingegneria e Scienze Umanistiche....

Syllabus

Syllabus conoscenze richieste per il Test Studi Umanistici

Comprensione del testo e conoscenza della lingua italiana
Le domande della sezione di comprensione testi in italiano sono volte a verificare la padronanza linguistica non solo dal punto di vista della comprensione, ma anche in relazione alle differenti tipologie d’impiego. I testi saranno di tre tipi: letterario, saggistico e giornalistico. I quesiti posti attorno ad essi e a partire da essi permetteranno di saggiare, oltre alle competenze grammaticali essenziali (morfologiche e sintattiche) e al possesso di un vocabolario sufficientemente ricco, anche le capacità inferenziali, l’attitudine a cogliere i rapporti gerarchici e a stabilire relazioni formali e semantiche tra le parti che lo compongono, nonché la sensibilità alla decodifica dell’implicito e del presupposto.

Conoscenze e competenze acquisite negli studi
Le domande della sezione di “Conoscenze e competenze acquisite negli studi” sono volte a verificare non tanto il possesso di nozioni disciplinari, quanto le capacità di ragionare a partire dagli esempi proposti per categorizzazione, identificazione, riconoscimento di relazioni semantiche, cronologiche e spaziali, estrapolazione di informazioni da diversi tipi di documenti. I quesiti verteranno su quattro macro-ambiti: 1) orientarsi nel tempo e nello spazio; 2) documenti, testi e cultura materiale; 3) teorie, concetti e vita civile; 4) strumenti e comunicazione.

Ragionamento logico
Le domande della sezione di “Ragionamento logico” sono volte a saggiare le attitudini dei candidati piuttosto che accertare acquisizioni raggiunte negli studi superiori. Esse non richiedono, quindi, una specifica preparazione preliminare.