Apri il menù di sezione
Cisia Accedi Accedi

News

News 10 Novembre 2021

Le impronte del CISIA

Impronte lasciate e impronte da lasciare. CISIA Focus Day l’appuntamento annuale interamente dedicato allo...

Version:
  • it
News 10 Novembre 2021

Le impronte del CISIA

Impronte lasciate e impronte da lasciare. CISIA Focus Day l’appuntamento annuale interamente dedicato allo staff CISIA. Due giorni densi di interventi, presentazioni, confronto, racconti e team building nella bellissima cornice della città di Firenze.

Giovedì 4 novembre, nella sala di un hotel tra le mura storiche di Firenze, l’ufficio Comunicazione ha diretto e presentato l’evento, scandendo i tempi dei vari interventi che si sono svolti per tutta la giornata con grande ritmo e partecipazione.

momento di applausi nella sala

Lo staff CISIA

 

Con i saluti istituzionali d’apertura, il Prof. Claudio Casarosa (coordinatore scientifico e in passato direttore e cofondatore) e il Presidente Andrea Stella hanno ripercorso la storia del consorzio,  sviluppata negli anni tra aggiornamenti e adattamenti a norme legislative in materia di accesso universitario e lo sviluppo di progetti al passo coi tempi.

In particolar modo, chi lavora da poco tempo nel team ha avuto occasione di conoscere quali passi e verso quali direzioni si è mosso il consorzio sin dal 2005 (anno di nascita),  come si è evoluto abbracciando nuove tecnologie, come si è adattato alle esigenze (ad esempio con l’emergenza sanitaria), come ha allargato i suoi orizzonti, tenendo sempre fisso l’obbiettivo alla base dello studio e dell’impegno quotidiano di chi lavora: l’accesso agli studi universitari attraverso attività di orientamento per una scelta consapevole.

Ogni ufficio, uno dopo l’altro ha descritto le attività e i progetti svolti nell’ultimo anno e mostrato quelli futuri. Ognuno ha liberamente scelto il modo di rappresentare le proprie impronte, d’altronde “le impronte rappresentano in modo unico e univoco chi siamo”.

Arianna incolla un impronta al muro

L’ufficio Help Desk incolla le sue impronte al muro

C’è chi ha letteralmente mostrato le proprie impronte ritagliate su cartoncino, chi ha raccontato con una linea temporale le tante attività completate in gruppo con soddisfazione, chi non ha nascosto le difficoltà dell’anno passato tra progetti di una certa importanza, scadenze fissate e imprevisti dell’ultimo minuto. C’è chi ha lasciato l’impronta coinvolgendo la platea nel fare un finto TOLC con un gioco a Quiz!

momento di team building

Presentazione dell’ufficio Comunicazione

La seconda parte della giornata è stata dedicata ai giochi cooperativi con la Play Coach Lucia Berdini. Lucia ha condiviso nozioni teoriche e casi studio che dimostrano come il gioco sia una variabile fondamentale della felicità, nella vita e all’interno delle culture aziendali e che sia in grado di portare motivazione, cooperazione e creatività ai massimi livelli.

Lo staff CISIA durante attività di team building

È bastato poco per entrare nel giusto mood, abbandonare la timidezza, fare squadra e divertirsi.

Nella seconda giornata un ulteriore approfondimento su progetti, temi, priorità e strategie future. La fine dei lavori, poco prima del pranzo di saluti, è stata riservata al direttore Giuseppe Forte che ha mostrato dati, risultati e prospettive di crescita del consorzio per i prossimi due anni sintetizzando i due giorni di lavoro.

Giuseppe Forte direttore del CISIA

Ciò che è rimasto da un evento così denso di riflessioni e scambi tra colleghi e colleghe è scaturito in uno dei momenti di gioco: ciascuno, a turno, ha espresso la prima parola venuta alla mente, associandola all’esperienza vissuta fino a quel momento: collaborazione, famiglia, unione, comunicazione, rete, coordinamento, empatia, creatività

È evidente che non si possa andare molto lontano e non si possa aspirare a oltrepassare orizzonti senza coraggio, intuizione, rischio, impegno, ma soprattutto, senza fare gioco di squadra.

CISIA FOCUS DAY.

La novità di quest’anno è aver tracciato un nuovo filo narrativo e aver assegnato un nome ad hoc per questi appuntamenti. Da cosa nasce? Dall’idea di fermarsi un momento, interrompendo la routine lavorativa e ritrovarsi insieme in luoghi estranei alle solite postazioni di lavoro. Per cogliere nuovi spunti, farsi ispirare e focalizzarsi su temi importanti confrontandosi in gruppo. Per condividere esperienze edificanti sia a livello professionale che a livello personale, per sentirsi motivati e parte di qualcosa. Una trama narrativa decisa, riconoscibile che il CISIA utilizzerà come nuova impronta per gli appuntamenti futuri.

Potrebbero interessarti